Una ricercatrice italiana tra i vincitori del Grant for Growth Innovation 2018

La Dr.ssa Maria Elisabeth Street, Responsabile SS Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica – AUSL di Reggio Emilia – Arcispedale S. Maria Nuova, è stata premiata nel corso di una cerimonia organizzata nell’ambito del 57° Congresso Annuale ESPE – European Society of Paediatric Endocrinology – svoltosi ad Atene dal 27 al 29 settembre.

Press release

1 Ottobre 2018

Scienza e Innovazione: una ricercatrice italiana tra i vincitori del Grant for Growth Innovation 2018

  • Nell’ambito della 5a edizione dell’iniziativa promossa da Merck, è stata premiata una ricercatrice italiana, la Dr.ssa Maria Elisabeth Street dell’AUSL di Reggio Emilia
  • Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato in occasione del Congresso ESPE – European Society of Paediatric Endocrinology – in corso ad Atene

Roma, 1 ottobre 2018 – Merck, azienda leader in ambito scientifico e tecnologico, ha annunciato i vincitori del Grant for Growth Innovation (GGI) 2018 in occasione di una cerimonia organizzata nell’ambito del 57° Congresso Annuale ESPE – European Society of Paediatric Endocrinology – svoltosi ad Atene dal 27 al 29 settembre.

Leggi il comunicato stampa completo >

Tra i vincitori della 5a edizione del GGI, premio globale promosso da Merck, una ricercatrice italiana, la Dr.ssa Maria Elisabeth Street, Responsabile SS Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica – AUSL di Reggio Emilia – Arcispedale S. Maria Nuova, grazie al progetto “MicroRNAs as a new tool to predict growth response to growth hormone treatment”.

Premiato inoltre il Dr. Taneli Raivio dell’Università di Helsinki con il progetto “Modelling the mechanisms of pituitary hormone deficiency”.

Il GGI testimonia l’impegno di Merck nel sostenere i ricercatori più meritevoli impegnati in progetti innovativi nell’area dei disturbi della crescita, con l’obiettivo di creare una piattaforma che renda possibile l’innovazione in tale ambito clinico.

Cinque sono i criteri di valutazione a cui sono stati sottoposti tutti i progetti candidati, esaminati da un Comitato di Direzione Scientifico composto da endocrinologi e ricercatori di fama internazionale: innovazione, razionale scientifico; chiarezza; fattibilità; impatto della ricerca.

“L’assegnazione del premio ad una ricercatrice italiana ci rende molto orgogliosi”, ha dichiarato Antonio Messina, a capo del business biofarmaceutico di Merck in Italia. “Con il Grant for Growth Innovation, anno dopo anno Merck conferma il proprio impegno nel sostenere l’attività di ricerca clinica in un ambito – quello dei disturbi della crescita – nel quale c’è ancora molto da fare per rispondere ai bisogni di cura dei pazienti“.

Dal 2014 – anno di istituzione del GGI – sono già due i ricercatori italiani ad essersi aggiudicati l’importante riconoscimento. Oltre alla Dr. Street, nel 2016 è stato infatti premiato il Prof. Antonio Cittadini dell’Università Federico II di Napoli con il progetto “Treatment of growth hormone deficiency associated with chronic heart failure: A randomized, double-blind, placebo-controlled study”.



Informazioni sul Grant for Growth Innovation (GGI)

Merck ha lanciato il programma GGI per favorire il progresso della conoscenza nell’ambito dei disturbi della crescita. Ai progetti selezionati viene assegnato un finanziamento annuale di circa 400.000 euro, un totale diviso tra un massimo di tre proposte di ricerca. Ogni candidatura è valutata in cieco ed è esaminata da un Comitato di Direzione Scientifico indipendente, composto da endocrinologi e ricercatori di fama internazionale, sulla base di cinque criteri: innovazione; razionale scientifico; chiarezza; fattibilità; impatto della ricerca.

Per ulteriori informazioni sul GGI e su come presentare domanda per il prossimo anno, consultare il sito www.grantforgrowthinnovation.org.

 

Informazioni su Merck

Merck è un’azienda scientifica e tecnologica leader nei settori Healthcare, Life Science e Performance Materials. Circa 53.000 dipendenti operano per sviluppare tecnologie in grado di migliorare la vita – dalle terapie biofarmaceutiche per il trattamento del cancro e della sclerosi multipla a sistemi all’avanguardia per la ricerca scientifica e la produzione, ai cristalli liquidi per gli smartphone e i televisori LCD. Nel 2017, Merck ha generato vendite per 15,3 miliardi di Euro in 66 Paesi. Fondata nel 1668, Merck è la società farmaceutica e chimica più antica al mondo. Ancora oggi, la famiglia fondatrice detiene la quota di maggioranza della Società. Merck (Darmstadt, Germania), detiene i diritti globali sul nome e marchio Merck. Le sole eccezioni sono costituite da Stati Uniti e Canada, dove la Società opera con le denominazioni EMD Serono, EMD Millipore e EMD Performance Materials.



Leggi il comunicato stampa

SEMPRE VICINI A MEDICI E PAZIENTI. UN IMPEGNO PER LA VITA.

Siamo conosciuti per le nostre terapie innovative. Ma noi di Merck facciamo molto di più: in Italia e nel Mondo, portiamo avanti progetti basati su un concetto di salute che vada oltre la terapia e sia capace di fare una reale differenza nella vita delle persone.


Scopri di più su Merck